Dove eravamo rimasti

Lo speciale che SJG ha organizzato per i vent’anni del disco Persone Silenziose ha per un attimo accantonato la notizia più importante del momento artistico di Luca,ovvero l’annunciata uscita del nuovo album d’inediti prevista per settembre 2010.La fotgrafia del momento ricapitolando è la seguente:ci sono dei pezzi parzialmente già elaborati da Luca,ma attualmente siamo nella fase di scrittura,una fase che ci auguriamo per Luca essere davvero ispirata e produttiva.La delusione della mancata uscita del disco per i primi mesi del 2010 non è francamente così sentita,in quanto più o meno tutti non credevamo sinceramente alla possibilità di realizzazione in così brevi tempi di un disco nuovo di zecca e sotto sotto nemmeno ce lo auguravamo tanto visto che dall’album che verrà ci attendiamo veramente tanto.Sul disco ancora non si sa molto,ma da quel poco che abbiamo potuto capire dalle parole di Luca,sembrerebbe che si stia tornando proprio ai tempi di quel Persone Silenziose che abbiamo ampiamente omaggiato nei giorni scorsi,data la fattura pregiata di quei nove pezzi di vent’anni fa.Arrangiamenti acustici,stampo cantautorale e la possibilità di diverse collaborazioni alla produzione fanno presagire che il prossimo potrebbe essere un disco entusiasmante sotto molti punti di vista.Che dire,non ci resta che aspettare che passino questi mesi per tuffarci anche noi in questa nuova avventura.

Annunci

4 Risposte to “Dove eravamo rimasti”

  1. attenzione però….anche Carovana doveva essere una sorta di Persone silenziose….

  2. Più che Carovana, che personalmente trovo un’album particolare ma molto emozionante, un autentico viaggio della vita sotto forma di musica (capolavori come Colori o Ferite o La Casa non nascono tutti i giorni) fu più Lu*Ca ad essere annunciato come un nuovo Persone Silenziose, anche per la produzione artistica del chitarrista Mariani.
    Ma poi la mia delusione fu tanta, perchè, tolte forse due o tre canzoni, il Carboni di Lu*Ca l’ho sempre trovato prevedibile, fiacco, con arrangiamenti poco incisivi e la grinta sepolta sotto chili di tenerezze e coccole domestiche.
    Mi sembra in assoluto l’album meno innovativo di Luca, quello dove non ha voluto rischiare nulla, forse per ritrovare anche quel consenso commerciale che con Carovana era stato un po’ sotto le aspettative.
    Non che non fossero piacevoli alcuni brani, intendiamoci.
    Però se fai attenzione agli arrangiamenti, dopo due minuti di ascolto ti accorgi che tutti i suoni sono ben levigati, puliti, neutri…
    Nessun assolo di chitarra, il Pat in sciopero, la batteria appena accennata, il basso “sporco” e originale di Mondo diventa del tutto “imborghesito”…
    E’ in assoluto l’album di Luca che ho ascoltato di meno.

  3. Comunque sono anni che il Pat è come un leone in gabbia ed è un vero peccato perchè questa band ha delle capacità e delle potenzialità enormi che potrebbero essere sfruttate meglio e più a fondo.Speriamo di ascoltare degli assoli nel prossimo album,saremmo tutti veramente contenti.Per quanto riguarda l’album Carovana,sinceramente non ricordo l’accostamento a Persone Silenziose e nemmeno per quanto riguarda Lu*Ca che sinceramente è un tantino diverso,molto più intimo di Persone Silenziose che comunque aveva un’impronta molto personale di Luca.Diciamo comunque che da Lu*Ca in poi il Pat è stato messo in gabbia e va liberato 🙂

  4. Concordo in pieno 🙂
    Ecco, ci sarebbe da dire che forse in generale nella musica pop/rock si sentono meno quei tipici assoli prolungati alla Guns n Roses che andavano di moda fino ai primi anni 90…
    Forse è anche per questo che Luca è da un po’ che non ne fa uso. Si è adeguato ai tempi.
    Però – e per fortuna – le chitarre elettriche – non sono di certo state abbandonate!
    Magari adesso si suonano in maniera diversa, con uno stile più “aggiornato”, ma si suonano eccome! Dài Luca, faccele risentire! Libera quel leone in gabbia…
    Sull’album Lu*Ca sono d’accordissimo con te sul fatto che sia ben diverso da quel capolavoro di Persone Silenziose, ci mancherebbe.
    Però alla sua uscita, lo stesso Luca aveva ricordato come il produttore Bruno Mariani fosse lo stesso che aveva arrangiato o comunque suonato in Persone Silenziose, motivo per cui si era creata qualche aspettativa in tal senso. Almeno per me. Aspettativa poi delusa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: