Paolo,persona silenziosa

Devo dire che il periodo relativo al Tour di Persone Silenziose fu molto intenso ed anche a volte faticoso, ma sicuramente piacevole e gratificante. Per quel che ricordo, dopo tanti anni trascorsi, l’atmosfera era (un po’ come accade in ogni evento del genere) un misto di lunghe prove, viaggi, corse, alberghi, pubblico a tratti veramente in delirio, “concerti SI’ e concerti NO”,ragazzine urlanti e osannanti, festose cene dopo-concerto.
Luca era senz’altro un compagno di lavoro molto disponibile, attento e con tante idee interessanti.Una persona profonda e di grande sensibilità.
I concerti furono tanti, si ripetevano ed erano serrati, e il rischio della routine era dietro l’angolo.Ma nonostante questo, ricordo che c’erano alcuni momenti della serata che mi emozionavano sempre: un coro del pubblico, un applauso inatteso o una canzone particolarmente ben riuscita (mi emozionava ogni volta la delicata Gli autobus di notte:”…inutili ma generosi…”).
Ricordo un momento curioso,ma anche particolarmente imbarazzante che ci capitò in teatro.Lo spettacolo iniziava così: tutti al proprio posto in ginocchio a capo chino; apertura del sipario; io per primo mi alzavo (dopo aver ricevuto il “click” per l’inizio in cuffia) iniziando a suonare il cembalo e via via si alzavano tutti gli altri. Bene….si apre il sipario, il pubblico applaude, ma nella mia cuffia il “click” non parte… Che fare? Per un attimo ho pensato di iniziare ugualmente, ma sarebbe stata una grossa responsabilità: avevamo delle sequenze registrate e non avevamo mai provato Primavera senza la base. Mi guardo intorno mentre gli altri a me rivolti mormoravano: “…azz…fai? Perchè non parti?” Il pubblico ci osserva e non succede nulla; dopo un tempo che mi sembrò infinito il sipario lentamente si richiude e tutti vengono a chiedermi spiegazioni, dopodichè capiscono e ci mettiamo tutti a ridere anche per sdrammatizzare l’episodio. Dopo qualche minuto si riapre il sipario e stavolta il concerto inizia regolarmente…..
Approfitto della circostanza per mandare un carissimo saluto a Luca e a tutti gli altri che con me hanno condiviso quella esperienza: e siccome “siculo sono” aggiungo: “Baciamo le mani alle Voscienze Illustrissime Eccellentissime, ah!”

Paolo Caruso,percussioni in Persone Silenziose Tour.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: