Luca su Il Mattino

Riportiamo un’intervista fatta a Luca tre giorni fa,apparsa sul quotidiano Il Mattino di Napoli.

Così rilancio le musiche ribelli anni ’70

lucalolliEnzo Gentile Milano. Si ricomincia dal passato, con il primo disco del 2009. Intitolato «Musiche ribelli», ripercorre in dieci canzoni la formazione di Luca Carboni (nella foto), cantautore intimista che in adolescenza decise di avviarsi alla professione ascoltando i colleghi già affermati: «Sono il più piccolo di cinque fratelli», spiega lui, «a casa non c’era la tv, ma c’erano dischi e cassette dappertutto. Sono cresciuto con i 33 giri di Guccini, Bennato, De Andrè e De Gregori, che considero il migliore in assoluto: non a caso è l’unico di cui ho scelto due pezzi, ”Raggio di sole” e ”La casa di Hilde”. Per il resto ho pescato tra i personaggi che verso metà degli anni ’70 hanno accompagnato le mie giornate». Partiamo dal titolo? «”Musiche ribelli” di Finardi fu un classico nella stagione delle prime radio libere. Non poteva mancare, come ”Venderò” di Bennato o ”Vincenzina e la fabbrica”, con il loro linguaggio di protesta, la loro tensione morale». La scaletta privilegia i suoi conterranei. «Negli anni Settanta la grande canzone d’autore passò anche e forse soprattutto da Bologna. Ecco ”L’avvelenata” di Guccini, ”Quale allegria” di Dalla, ”Eppure soffia” di Bertoli e ”Ho visto anche degli zingari felici” di Lolli, artista che ha avuto meno di quel che meritava». Esclusioni dolorose? «Spero di rimediare con un secondo volume, sulla scia di Battiato, di cui mi colpì ”Fleurs”, lo spunto da cui il progetto è partito. Ad esempio ”Via del campo” di De Andrè mi sembrava inflazionata e il mio canto non convincente, stessa storia per ”Bomba o non bomba” di Venditti, mentre per Gaber, e ”Lo shampoo”, l’appuntamento è rinviato. Non se potrò fare ”Je so’ pazzo” di Pino Daniele: il mio napoletano è disastroso». Quali delle sue canzoni aggiungerà a queste «Musiche ribelli» nel tour che passa anche da Napoli il 19, dalla Casa della Musica Federico I? «Devo ancora sceglierle, conto di coinvolgere qualche ospite, a cominciare da Riccardo Sinigaglia, che ha coprodotto il disco ed è intervenuto in diversi pezzi».

Grazie a DaRiO.

Annunci

Una Risposta to “Luca su Il Mattino”

  1. E’ l’intervista di cu parlavo nel forum di PersoneSilenziose 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: